Итальянские отделочные материалы в Санкт-Петербурге
Специальные предложенияНовостиКаталог материаловФотогалереяГде купитьВакансииО компанииКаталог инструментовОбратная связьСтатьи

Rossetti™ в России  

На сегодняшний день лакокрасочные материалы и инструменты Rossetti можно приобрести в наших Колорцентрах в городах:

Дирекция 

г. Москва, ул. Ибрагимова, 35, стр. 1

Телефон: +7 (495) 640-09-78
Факс: +7 (495) 640-15-27

 

400074, г. Волгоград, Ворошиловский район, ул. Циолковского, 39

Телефон: +7 (8442) 49-88-35
Факс: +7 (8442) 49-88-34

Подробная информация

J Colors S.p.A. 

"Rossetti: Vernici e idee"®
"Россетти: краски и идеи"® — зарегистрированные товарные знаки компании J colors S.p.A.

Via Settembrini, 39 - 20020 Lainate (MI)
P.IVA 03666650159
Tel. +3902937541
www.jcolors.com

Поиск по каталогу

Промышленные краски

Промышленные краски Arsonsisi

Выставка

Италколор на выставке MosBuild

Реставрационные работы в Турине (итал.)

Restauro chiesa P.za Maria Ausiliatrice - Torino (1)

PDFRestauro chiesa P.za Maria Ausiliatrice - Torino

Restauro chiesa P.za Maria Ausiliatrice - Torino

I prodotti Rossetti si sono resi protagonisti di un importante lavoro di restauro a Torino, nella chiesa di Santa Maria Ausiliatrice. I restauratori Adriano Vignardo e Luisella Zappalà, a capo del progetto, hanno prefe rito la qualità dei prodotti Rossetti per salvaguardare la fedeltà dei colori originari e preservare nel tempo la bellezza e l'integrità di affreschi, decorazioni, campiture, statue. I prodotti utilizzati nello specifico sono:

L'ANALISI

I lavori sono sono stati preceduti da una serie di indagini stratigrafiche, eseguite allo scopo di individuare la storia degli interventi e delle sovrapposizioni di colore avvenute nel corso del tempo. Le stratigrafie hanno messo in luce quali dovevano essere le cromie originali della chiesa e anche la natura dei componenti che nello specifico è emerso trattarsi di colori a calce. Durante l'ultimo intervento di manutenzione avvenuto nel 1958, le decorazioni più antiche e le campiture sono però state integralmente ricoperte con una pittura lavabile, una tempera costituita da un legante piuttosto tenace, tipo ducotone.
Questo intervento ha compromesso il recupero delle pitture originali sottostanti in quanto i decori più antichi sono andati perlopiù persi e quel poco che rimaneva risultava illeggibile a causa di un'energica spazzolatura. Le porzioni di superficie pittorica rinvenute risultavano essere in uno stato elevato di degrado che a malapena permetteva di intuire forme e proporzioni degli ornati. La motivazione che ha spinto i restauratori ad utilizzare colori a tempera piuttosto che a calce è stata determinata dal fatto che tutte le superfici sulle quali si doveva intervenire erano già state dipinte con una pittura a tempera con un legante forte; sarebbe stato inopportuno e tecnicamente inappropriato sovrapporre ad esso una stesura di colore a base di calce.

Реставрация в ТуринеA destra: sopra il presbiterio, nonostante le operazioni di pulizia e la rimozione del nero fumo, il decoro a forma di petali risultava essere a mala pena visibile. Sotto: un momento del recupero dell'apparato decorativo. Il disegno è stato in parte ricostruito in quanto non era ovunque visibile, con una gamma di nove tonalità di azzurro, che contribuiscono a rafforzare l'effetto cupola. In basso: il lavoro ultimato.

L'INTERVENTO

Una volta messa a punto la modalità d'intervento si è potuto procedere alle operazioni di pulizia delle superfici. Sulle volte della chiesa erano presenti in zone ben localizzate esfoliazioni della pellicola pittorica ed efflorescenze saline causate da copiose infiltrazioni di acqua piovana dal tetto. L'estrazione dei sali solubili localizzati nei punti della volta è stata eseguita mediante impacchi di acqua eionizzata e sepiolite, utilizzando come supportante della polpa di cellulosa. La stuccatura delle abrasioni nella superficie dell'intonaco è stata eseguita con una maltina composta da grassello di calce e sabbia di fiume lavata e selezionata, nelle proporzioni di una parte di legante e due parti e mezzo di aggregato a seconda della natura del substrato. L'impasto dove necessario è stato addittivato con della resina acrilica (primal AC 33) in diluizione al 2%.

L'integrazione pittorica delle cadute di colore è stata eseguita con una pittura a tempera avente caratteristiche che, sia per compatibilità che per aspetto fossero il più possibile simili all'originale. Per quanto riguarda l'integrazione pittorica delle lacune di colore nelle porzioni di affreschi interessati da fenomeni da efflorescenze saline queste sono state riprese con colori all'acquerello utilizzando come legante el Primal diluito al 2% .

Per la ripresa delle cromie sulle campiture, sui cornicioni, sulle lesene e sui costoloni abbiamo utilizzato dei colori a tempera in tinta piena a due mani. In un secondo tempo abbiamo eseguito una velatura al fine di ottenere un effetto vibrante e non piatto delle superfici attenendoci al risultato delle campionature eseguite in sito in fase preliminare.

 /images/dir/117_1273_torino_p.jpg

Реставрация в Турине
La statua di Maria Ausiliatrice restaurata e collocata nella sua sede al termine dell'intervento di restauro.

RINGRAZIAMENTI: si ringrazia il Colorificio Mp Sas di Musso Alberto e C. di Chivasso (TO), per il fondamentale supporto logistico offerto per la gestione dei materiali utilizzati per il restauro.

Разработка корпоративных сайтов: студия "Бизнес-Альянс"